giovedì 3 settembre 2015

Di ritorno dagli States

Un viaggio intrapreso con tante aspettative che non sono state affatto deluse. Un viaggio non nato inizialmente da un mio desiderio ma che mi ha regalato molto.

Tutti quei paesaggi che facevano parte dell'immaginario sono diventati emozioni reali, foto e ricordi. Da oggi guarderò con occhi diversi perfino il salvaschermo del mio computer a lavoro, quelle foto che mi sembravano poco reali ora sono anche nel mio hard disk. 



Questa è una parte di mondo dove la natura ha creato miracoli, un concentrato di stupore. Sicuramente il mio giudizio è anche dettato dal fatto che tanto ancora mi manca di visitare su questo nostro bel pianeta ma tra tutti i luoghi fino ad ora conosciuti questa zona dell'America è quella che mi ha lasciata più sorpresa per l'aspetto naturalistico.


Quando ti trovi di fronte a quei "capolavori" geologici  fai fatica a pensarli reali. Le fantasiose architetture naturali, le distese rocciose dalle cime vertiginose e i dirupi che fanno tremare le gambe disegnano uno skyline che difficilmente dimentichi.


Migliaia di colori che si accendono all'alba e al tramonto dando vita alle forme più fantasiose. Le sculture di roccia che sembrano dotate di vita  propria ti riportano alla mente i tanti film ambientati in quei luoghi. 


L'inconfondibile terra rossa che fa da sfondo a  paesaggi emblematici ti rimane addosso a lungo impolverando indumenti e pensieri.

Pochi altri luoghi, dove la potenza e la genialità della natura fanno da padroni, mi hanno saputo regalare momenti di silenzio e intensa riflessione come in questo viaggio.
 



...a breve tutti i consigli che mi avete chiesto, frutto di un esperienza diretta che potrebbe migliorare quella di chi sta per intraprendere lo stesso itinerario.

8 commenti:

  1. Caspita è talmente bello do non sembrare vero!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho pensato anche io la stessa cosa quando ero li.

      Elimina
  2. Sono luoghi davvero surreali!
    Anch'io ho scoperto un po' per caso la natura californiana nel 2010 e sicuramente da turista in viaggio sono stata colpita essenzialmente dai paesaggi spettacolari e dall'immensità di certi spazi! E poi m'hanno rapito il cuore... ma quella è un'altra storia! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi andare appena puoi a vedere tutte queste meraviglie, per te molto più accessibili ;-)

      Elimina
  3. Ciao,

    ho scelto il tuo post per la mia TOP OF THE POST della settimana :-)

    http://www.damammaamamma.net/2015/09/top-of-the-post-7-settembre-2015.html

    RispondiElimina
  4. Non è facile tenere dentro agli occhi tutto quello che abbiamo visto. Neppure ora che siamo tornati.
    E' come se fossero stati troppo riempiti e qualcosa sfuggisse sempre, apparendo quando meno te lo aspetti anche ora che siamo tornati.
    Saranno i colori, la varietà, la grandezza, l'inusuale... saranno le emozioni, le risate e la compagnia che hanno condito il tutto e lo hanno reso indelebile.
    Great crew for the incomparable trip
    Saluti a Vento tra i denti e Orsetto ispido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avremmo sempre le nostre foto e i nostri ricordi che ci porteranno li di nuovo ... li e in tutti i posti che verranno

      Elimina