domenica 22 dicembre 2013

A quelli che...

A quelli che costruiscono le proprie giornate faticosamente come lego
A quelli che i colori devono metterli anche nel piatto.
A quelli che s’inventano un pic nic a casa.
A quelli che amano camminare a piedi nudi
A quelli che racchiudono momenti ed emozioni in un scatola
A quelli che la pioggia cambia l'umore

A chi conosce ancora l'importanza di un segreto
A chi sa ascoltare e non parla solo di se
A chi sa rubare un sorriso quando qualcosa è andato storto
A chi non si sente mai pronto ma poi vola in alto
A chi impara dai figli che è doveroso accettare e non correggere
A chi ha capito che anche le fragilità arricchiscono
A chi crede nel valore della diversità in ogni sua forma

mercoledì 18 dicembre 2013

Albero di Natale" ricicloso"

Una vecchia rivista che non usate più, qualche piega fatta con precisione e un po' di "trucco". Io ho scelto uno spray argento e qualche stellina.  Un albero di Natale originale e a costo zero!

domenica 1 dicembre 2013

Biglietti di Natale a modo mio!

Oggi mentre ascoltavo mia figlia che studiava e ripeteva Storia e Francese ho realizzato i miei biglietti di Natale.  Mi piace troppo pensarli e realizzarli pensando alla persona alla quale saranno destinati
Magari domani che mi ripete Geografia e Scienze faccio anche la carta da regalo!

venerdì 29 novembre 2013

Calendario dell'Avvento 2013

Ormai è una abitudine alla quale non rinuncio, mi piace troppo! Devo inventare, procurare, riciclare e creare, tutti verbi che mi fanno bene. Soprattutto mi piace vedere quei quattro occhietti curiosi che ogni anno aspettano il primo dicembre per vederlo appeso al muro. Il primo lo realizzammo insieme a 6 mani, il secondo mi aiutò solo la grande e questo l'ho realizzato sola per godermi lo stupore.
Eccolo qua il nostro Calendario dell'Avvento 2013


venerdì 22 novembre 2013

Creando i decori di Natale

Ormai sono partita con i preparativi del Natale. Avevo comprato questi supporti in legno in previsione dei miei bisogni creativi e ieri sera insieme ad una delle mie aiutanti abbiamo deciso di decorali in questa maniera:

mercoledì 20 novembre 2013

Sasso Natale

Ieri sera mi sono resa conto che ero in crisi di astinenza da sassi!

Ne ho preso uno dei tanti in attesa e l'ho trasformato in un simpatico Babbo Natale.


domenica 17 novembre 2013

11 anni

Se già ad 8 anni si cammina da soli a 11 si cammina un passo avanti.

11 anni trascorsi velocemente ma intensamente. Anni pieni di occhi grandi e dubbiosi, di grandi sorrisi ed incertezze. Anni trascorsi a costruire sicurezze, festeggiando ogni primo passo. Sembra ieri quando, dopo tanto aspettarti, sei finalmente arrivata ad arricchire la nostra vita di coppia.

Piccola, fragile e delicata fin da subito, il mio "vaso di cristallo" che tanta ansia ci ha dato per non incrinarlo. Timorosa e prudente in ogni situazione. Timida e introversa con molti. Sensibile e altruista in misura non proporzionale alla tua età.

Ora, che finalmente vivi il distacco come esperienza e non come sofferenza, sei sbocciata, acquistando autonomia e sicurezza in così poco tempo.  A te, che spero troverai ancora a lungo le tue risposte nei nostri abbracci, auguro di seguire sempre le tue passioni non dando peso a chi ti dirà che non vale la pena, di sostenere le tue opinioni anche se sono controcorrente continuando ad essere generosa e altruista fuori misura.

Buon viaggio nella tua crescita, vita mia!





giovedì 7 novembre 2013

Sapore di ricordi

Va via la luce, dopo poco torna e mi ritrovo a fissare quella cornice digitale che non si accendeva da tempo. Le immagini mi riportano  a quella parte di me che quasi non ricordavo più.
Scorrono compleanni, incontri e viaggi.
Mi scontro con fisionomie ormai cambiate,
mi perdo in pensieri e riflessioni nostalgiche,
mi cullo in quella sensazione di mamma al centro del loro mondo.
Tempi lontani che sembrano non appartenermi.

Quei visi sorridenti che portano i  nostri tratti somatici sembrano far tornare quelle emozioni, quei giorni speciali congelati in un' immagine.

E' bello riempirsi di ricordi, quei ricordi che sono la nostra storia. Adesso, che è il tempo a raccontare, mi ritornano i desideri e i sogni del passato. Quelli grandi fatti da bambina e quelli delle piccole cose, che ogni giorno diventano più piccole, così piccole da sembrare grandi.

Quelle linee invisibili che circondano un gesto, un momento, una parola.



meravigliosa e spaventosa la vita!


martedì 5 novembre 2013

Glastonbury in Inghilterra

Tra i luoghi che ricordo maggiormente del nostro viaggio nel sud dell'Inghilterra c'è una piccola città del Sommerset chiamata Glastonbury.  Solo visitandola ci si può rendere conto di quanto sia percettibile l'atmosfera di magia e mistero di questo luogo che è conosciuto per le numerose leggende che gli ruotano intorno
.
Il centro della cittadina è piena di negozi che vendono di tutto, dalle pietre curative alle fate ai folletti e simboli magici.

lunedì 21 ottobre 2013

Scelte importanti

Quando nasce la curiosità si cammina spediti nell'imparare,
quando si mette in gioco la libertà e  la creatività, si arriva con il sorriso,
quando si percepisce fiducia e stima si cresce sicuri di se,
quando  l'interesse aumenta, diminuisce la fatica,
quando si ascolta, si è ascoltati.
quando si è attenti ai dettagli e alle unicità di ognuno si vola in alto.
Questi  i "quando" che mi hanno spinto a mettere da parte tutti i miei dubbi e provare, provare a darti una guida serena e motivata, una scelta che ti ho imposto ma che spero un giorno mi ringrazierai.
Questa è un'eta in cui i maestri sono più di vita che di storia, in cui c'è bisogno di una bussola per orientarsi nella confusione della crescita.
Una settimana intensa tra dubbi e paure, belle parole e occhi lucidi, una settimana di emozioni alle quali non è affatto facile dare le parole


Buon nuovo inizio piccola mia!

domenica 6 ottobre 2013

Palazzo Valentini a Roma

Ho scoperto che nel cuore di Roma, ignorato da gran parte dei turisti, c'è un suggestivo percorso per tornare indietro nel tempo. A due passi da piazza Venezia nel sottosuolo di Palazzo Valentini, il palazzo della provincia, si nascondono, a mio avviso, gli scavi archeologi più suggestivi della città.

La validità della visita, sempre secondo il mio parere, non è tanto nei reperti ai quali noi romani siamo abituati ma nell'organizzazione, che al contrario non è usuale nella nostra città. L'utilizzo di tecniche multimediali, le musiche di  Anselmi  e la voce di Piero Angela ti accompagnano tra i resti di "Domus" romane.

lunedì 30 settembre 2013

Creta

Quest'anno la scelta per la nostra vacanza mare è caduta sull'isola  più grande della Grecia: Creta.
Un angolo di Mediterraneo lontano dalla folla. Prima esperienza con Rayan air  che ci ha portato a Chania dove abbiamo affittato una macchina da una compagnia locale. La prima cosa che mi sento di consigliare è di  scegliere, senza timore, una compagnia di noleggio locale.
 Percorrendo 45 km si arriva a  Kissamos dome abbiamo soggiorniamo per l'intero periodo. Questa cittadina non ha smentito i nostri pronostici di zona ideale per visitare la parte occidentale dell'isola. Abbiamo soggiornato per tutta la settimana al piacevole Nautilus Bay, un piccolo, semplice e rilassante hotel che suggerisco vivamente.




venerdì 20 settembre 2013

Quadro fai da te!

Cameretta nuova uguale...stimoli nuovi, anche perché se non trovo qualcosa di loro gradimento per riempire le pareti mi ritroverò "Violetta" che mi guarda ogni volta che entro nella loro stanza.
Come al solito la mia fonte creativa è Pinterest, avevo visto dei quadri realizzati con i bottoni e ho voluto provare a realizzarne uno.
Ho acquistato 4 tele (anche nei negozi gestiti da cinesi dove si trova qualsiasi cosa) ho deciso 4 diverse tonalità di colore che ho sfumato a mio gradimento.

domenica 15 settembre 2013

C'è un posto...

C'è un posto dove si trascorrono le giornate seguendo i ritmi del mare, dove l'acqua appare e scompare cambiando l'aspetto delle cose.... Un luogo dove la voce dei gabbiani, per niente intimoriti, ti sveglia al mattino e ti da la buonanotte la sera.



lunedì 9 settembre 2013

Settembre

Giorni con un velo di malinconia, malinconia per i momenti senza tempo, insieme al sorriso delle miei figlie. Malinconia per le scoperte condivise, i nuovi sapori e i nuovi paesaggi. Malinconia per i momenti in compagnia delle nostre passioni.
Una malinconia che chi mescola con il calore delle cose ritrovate, quelle che in fondo ci sono anche mancate. Giorni sospesi tra ansia e curiosità, l'ansia positiva  dei nuovi inizi, quella dell'ignoto, quella che solo noi mamme riusciamo ad amplificare. Ancora insieme a  quei colori riportati in valigia, la pelle abbronzata e i pensieri confusi sto per andare, un nuovo viaggio, un nuovo anno...si perché per me l'anno inizia a settembre.
Buon inizio!


giovedì 8 agosto 2013

Attimi vissuti in silenzio...

Oggi sono più che mai in astinenza da "penna". Sono giorni che mi frullano per la testa tanti pensieri che vorrei lasciar correre sulla carta, quella virtuale come ormai sono abituata a fare.
Ci sono riflessioni che hanno bisogno di fondere passione e ragione e solo pescando nella cesta delle parole riesco a farlo.

mercoledì 10 luglio 2013

Una scatolina personalizzata

Una amichetta che compie gli anni e una scatolina bianca riposta in un cassetto ci hanno fatto  riaprire il nostro cassetto carte per decoupage  che era rimasto chiuso da tempo.

mercoledì 3 luglio 2013

Porte e Finestre dei miei viaggi

 Oggi leggendo qua e la nella rete mi sono ricordata dell'iniziativa di Monica e ho pensato che la mia amica doveva assolutamente partecipare.

 A lei piace fotografare di tutto, la vedo spesso inquadrare particolari che potrebbero sembrare privi di interesse.  Le piace catturare i giochi di luce su una perla della sua collana preferita o congelare un riflesso nella pupilla di una delle sue figlie. Decisamente una di quelle strane persone che si illude che un immagine possa sostituirsi alla parola scritta.
Sostiene che una mano o un piede immortalati in un determinato movimento possono raccontarci molto. Per non parlare poi delle sue fissazioni, se vi capiterà di viaggiare con lei sicuramente la troverete intenta a fotografare porte e finestre per esempio. Ogni volta che ne trova una a suo modo speciale non si lascia sfuggire l'occasione di portarsela a casa in formato digitale.

Certo non sarà facile scegliere solo tre foto tra tutte le porte e finestre fotografate ma se la conosco bene, come penso, sicuramente sceglierà una di quella scattata l'anno scorso in Danimarca quando, nel suo bel viaggio on the road, si è ritrovata in un paesino che sembrava fuori dal tempo dall'atmosfera speciale dove le abitazioni hanno ancora i tetti di paglia.

venerdì 21 giugno 2013

Sarò in grado?

Finalmente la fine di tutte quelle attività invernali che ci costringono a ritmi sostenuti. Le nostre giornate convulse ed iperattive hanno lasciano spazio a giornate dove addirittura si assapora la noia. L'affanno nel far coincidere orari saggi, recite e pratiche di fine anno si trasforma in gioia di stare insieme e di godere dei momenti liberi.
Quest'anno però per noi c'è qualcosa in più che se da una parte ci rende felici e desiderosi di crescere dall'altra ci rende tristi per un ciclo che si conclude. Sembra ieri quando per la prima volta hai attraversato quel cortile con gli occhi lucidi e il peso di una zaino più grande di te. Quelle scale per arrivare al secondo piano ci hanno preoccupato a lungo. Per fortuna le stagioni e i tempi della vita non consentono soste e improvvisamente ti sei  ritrovata a correrle quelle scale. Questo è senza dubbio un momento di passaggio che non ci lascia indifferenti.

mercoledì 12 giugno 2013

8 anni

Anche la piccola di casa non è più tale. Ad 8 anni non si è più cuccioli ma piccole persone. Si comincia sul serio a camminare da soli. Tu lo fai già da molto, con le tue idee e i tuoi pensieri che nessuno è capace di cambiare, inutile persuaderti a non fare da sola.
Tu che da desiderio di donna che voleva dar completezza alla famiglia ti sei trasformata subito in orgoglio di mamma. Tu che hai spesso messo a dura prova la mia avversità per le sculacciate, tu che per contenerti non sono bastati gli altri componenti della famiglia.
Figlia mia quante volte non sono riuscita a  lasciarti sbagliare, siamo molto simili noi e questo spesso non aiuta.

lunedì 10 giugno 2013

A Misura di Blogger

Una mattina trascorsa in allegria insieme ad alcune mamme blogger di Roma. Un incontro organizzato da A Misura di Mamma per condividere del tempo insieme conoscendoci di persona. Complici un bel sole una bella villa nel cuore della città e tante mamme in compagnia dei propri figli. A misura di Mamma ha pensato all'animazione dei bambini e alla loro merenda intrattenendoli al suono di musica mentre noi mamme sedute in terra abbiamo provato a condividere un pezzetto di noi senza il supporto della tastiera alla quale siamo abituate. Chi con più naturalezza chi con più timidezza ci siamo presentate e conosciute. Un'altra di quelle occasioni (come è stato per il  Mamma che Blog  a Milano) alle quali ho voluto partecipare forzando un po' la mia natura di "orsetta" ritrovandomi poi felice di averlo fatto.

mercoledì 5 giugno 2013

Piacevoli incontri...

Non riesco mai a partecipare alla bellissima iniziativa di Monica che racchiude due mie passioni: i viaggi e la fotografia. Ancora non ho imparato a coordinare i miei desideri con il tempo a disposizione.
Oggi però è la giornata del compromesso con me stessa che ogni tanto mi concedo per smussare la mia rigidità non voluta e scriverò il post lasciando parlare le immagini e godendomi i ricordi


  
             

venerdì 31 maggio 2013

Il mio "MammacheBlog"

Se avessi dato ascolto alla parte meno socievole di me mi sarei persa molto. Due preziose giornate di scambio, confronto e approfondimenti. Giornate intense fatte di calorosi abbracci e accennati sorrisi. Tanta voglia di dare due occhi a quelle tante parole lette, parole che con il tempo hanno costruito legami, amicizie e piacevoli sintonie.

mercoledì 22 maggio 2013

MammaCheBlog ... sto arrivando!

Vado non vado? Mi piacerebbe ma vale la pena? I soldi spesi per il viaggio, i giorni di ferie...posso andare sola e risparmiare alle bambine di perdere la scuola. Si però se andiamo tutti magari approfittiamo per fare una gita a Milano. Non sono mai stata a Milano, si avete capito bene, lo so che ho viaggiato tanto ma Milano mi manca. Prendo il treno? La macchina? L'aereo?

domenica 19 maggio 2013

Pomeriggio insieme ai cubisti!

Tempo fa ci siamo concessi uno dei quei giorni tra donne di famiglia che ci piacciono molto,  giorni in cui ci dedichiamo alla scoperta.
La mostra dei cubisti che c'è attualmente a Roma mi sembrava un ottima scelta.
Non avendo il tempo di preparare le bambine come di solito provo a fare ho pensato di affidarmi  al  Il Periegeta. Conosciamo così Anna la creatrice di queste visite gioco, a prova di sbadiglio come le ha definite lei. E' stato feeling a prima vista, ho trovato Anna un connubio di sensibilità, passione per l'arte ed esperienza il tutto accompagnato da un coinvolgente modo di parlare  ai bambini.
Anna ha cominciato  raccontando una storia ai bambini i quali ad occhi chiusi immaginavano le vicende dei due "cubetti" poi ha portato i bambini  ad osservare e giocare con alcuni dei quadri in mostra. Mi è piaciuto il suo modo di liberare i bambini cercando di coinvolgerli emotivamente e puntando l'attenzione sui vari punti di vista per vedere e conoscere le cose.  Nelle opere di Braque e Picasso c'è sempre una geometrizzazione delle forme e Anna ha più volte invitato i bambini a scovarle.  Alcuni dipinti non sono facilmente riconoscibili dai bambini ma se ben guidati sono in grado di scoprire i vari elementi del quadro.

mercoledì 15 maggio 2013

Pulizie di primavera... cosa butto e cosa tengo.

Quando ho letto il tema scelto per la staffetta di questo mese ho sentito quella smania di scrivere che avverto a volte quando si presenta l'esigenza di esternare e di farlo a modo mio.  Io che tendo facilmente a liberarmi di tutto ciò che di superfluo c'è in casa, difficilmente riesco a scrollarmi di dosso alcune situazioni che non mi fanno star bene. Ci sono stagioni nella vita di ognuno di noi che ti travolgono, imponendosi. Quegli inverni freddi e bui dove si rivalutano i parametri,  si mettono in discussione l'importanza e il peso delle nostre priorità (ne ho parlato qui). Quella stagione, non del tutto passata, ha portato con se cambiamenti e nuove consapevolezze. Per la prima volta in 40 anni consapevolezze arrivate con saggezza, silenzio e serena accettazione. Adesso nella stagione dei fiori, che quasi ci obbliga a far ordine e pulizia, decido:


mercoledì 8 maggio 2013

Il bello dei regali hand made

Di nuovo mercoledì e di nuovo un idea da realizzare con timbri e tamponi (le "T" di questo mese)...ma non solo!
Giorni fa mi sono "avventurata" in un mini corso creativo fatto da Timbri Tinti. Ho conosciuto Timbri Tinti all'Hobby Show a marzo e la sua passione per lo stamping creativo mi ha conquistata. Loro hanno un negozio a Firenze ma organizzano anche corsi a Roma. Il corso era tenuto da Martha la quale mi ha insegnato a realizzare un album fotografico e la scatolina per contenerlo.
Martha aveva già portato il materiale tagliato per accorciare un po i tempi di realizzazione.
La prima cosa che abbiamo fatto è stato tagliare il cartoncino per realizzare la scatola. A Martha piace lavorare con le misure in pollici,  ma le buone taglierine hanno entrambe le misurazioni quindi potete facilmente convertirle in cm.


Poi abbiamo tagliato il cartoncino marrone in prossimità degli  angoli  dove avevamo precedentemente fatto le pieghe. Abbiamo dato la forma alla base della scatola e incollata sull'altro cartoncino. Per rifinire Martha mi ha fatto arrotondare gli angoli e sporcare i contorni con un tampone marrone.

martedì 30 aprile 2013

Timbri e Tamponi per nuova creatività

Le "passioni" qui vanno e vengono, ora è la volta di timbri e tamponi.  Per questo che il "mercoledì dell'arte" di maggio è partito  a bordo delle tre "T".
Qualche giorno fa ho deciso di realizzare una Tag come biglietto di auguri, un modo di personalizzare i pacchetti che io amo molto.
Ho realizzato la Gift Tag usando la Big Shot e i Distress Ink per realizzare un effetto anticato.




Una volta realizzate le forme sulle quali lavorare ho iniziato a sporcare i bordi della tag con un inchiostro marrone (Walnut Stain)

giovedì 25 aprile 2013

Maggio a bordo di tre "T"

Questo mese ho veramente trascurato il mio "mercoledì dell'arte". Tante cose a cui dedicarmi hanno sostituito i miei momenti creativi.

Sono impegnata con l'organizzazione dei miei viaggetti estivi. Sto cercando di portare a termine un idea per fare un regalo interamente hand made e sto programmando  gli imminenti giorni di festa per accogliere gli amici che vengono a trovarci a Roma.

venerdì 19 aprile 2013

Scrittura...

Sono giorni che mi sento come un contenitore colmo di parole che non vogliono venir fuori. Quando scrivo costruisco scivoli per far fluire fuori pensieri ed emozioni. Mi piace giocare con le parole, mi rende libera e mi arricchisce. La scrittura per me ha un potere terapeutico, mi stimola e mi insegna a vivere attenta, ad ascoltare. Io che sono una di poche parole preferisco la scrittura in ogni sua forma.

Quanto mi piacerebbe essere abile con le parole, non dover pensare e ripensare correggendo e riscrivendo. Mi piacerebbe arrivare al cuore delle cose senza perdere la via, mi piacerebbe avere la libertà di parlare di ciò che voglio senza cambiare il mio pensiero. Mi piacerebbe avere il dono di scrivere emozionando.
Ho passato gli anni della scuola con la convinzione che la scrittura non era per me. Ho accettato il giudizio rinunciando ad esprimere una parte di me che sarebbe uscita solo in compagnia di un foglio ed una penna. Poi una diagnosi per mia figlia mi ha aperto gli occhi e ha cambiato il mio atteggiamento. Una dislessia o una disortografia possono falsare un giudizio e creare convinzioni che magari non hanno ragione di esistere.

Oggi sono qui a scrivere anche per questo e continuerò a farlo e non solo per me. Oggi da Alessandra si parla di me perché stanno provando a farmi montare la testa, ma al di la dello schermo non sanno che una testa dura come la mia non si cambia ed io continuo a regalare parole alla rete per divertimento, anzi per "passione". Grazie alle sue domande lo spunto per questa riflessione.
Se avete voglia, fate un salto da lei  per capire e per conoscermi meglio.


mercoledì 10 aprile 2013

Gocce di Berlino

Quando torno da un viaggio porto sempre con me tanti pensieri, frutto di bilanci, considerazioni, aspettativi e cose ricevute. Una città che avrei voluto "vivere" diversamente, confondendomi di più con i berlinesi e meno con i turisti frettolosi e infreddoliti. Le temperature mi hanno privato di parte della città. Mi è mancata la Berlino dei parchi, la Berlino delle due ruote e i miei "click" notturni.
Però hanno preso forma gli avvenimenti storici che tanto mi avevano colpita nei libri di scuola e approfonditi in seguito. Quel muro che ha separato e distrutto milioni di vite lo abbiamo vissuto in più angoli della città: da quello grigio fuori alla Topografia del terrore (dove la complessità e la ferocia dell'organizzazione nazista ha dell'incredibile) rimasto così come lo vedevano i cittadini di Berlino est, a quello colorato dell' East Gallery com'era dalla parte ovest. Questo il tratto che ha più stimolato la mia Canon, una lunga galleria di murales da chiudere nei ricordi.



Difficile spiegare ad un bambino l'atrocità di quella barriera, ma le foto del "Museo del muro" al Checkpoint Charlie e i delicati racconti di super mamma Giorgia (non io, ma la mia amica) hanno reso possibile "l'impresa" ... nei loro sguardi la prova.
Da bravi turisti abbiamo scattato una foto al personaggio in divisa al presidio militare che segna il passaggio da Berlino Est a Berlino Ovest e calpestato la linea di quel lungo muro immaginando la gioia di quel 9 novembre dell'89 quando abitudini, dolori e restrizioni si sono frantumati insieme alle macerie del muro.

mercoledì 3 aprile 2013

Scatole fai da te!

Nel tema di questa mese per creare insieme c'è il "leitmotiv" (in fondo sono appena tornata dalla Germania) dei nostri momenti preferiti: la pittura.
In casa mia la pittura ha poteri magici. Risolve noia, tensione e aiuta ad incanalare energie.

Ultimamente a lavoro mi capita di "salvare" dalla spazzatura scatole inutilizzate... per fortuna nessuno condivide la mia mania del riciclare e riutilizzare.

L'idea di pitturane alcune è piaciuta molta anche a Giulia ed Alice e ha salvato noiosi pomeriggi piovosi.

Io ho rispolverato un po' di decoupage che non facevo da tanto e loro mi sono venute dietro passo passo personalizzando con la loro fantasia.



Per questa ho utilizzato in più la cera antichizzante 



martedì 26 marzo 2013

Aprile in compagnia di... Pittura, Primavera e Pannolenci

Mi allontano qualche giorno dalla rete per seguire una delle mie passioni...anzi due!

Non potevo però lasciarvi senza comunicarvi il tema di Aprile per il mercoledì dell'arte.

venerdì 22 marzo 2013

C'era una volta e per sempre

Ritorno al venerdì del libro dopo un periodo di pausa per favi conoscere  un libro al quale tengo particolarmente. Chi mi legge sa che io parlo esclusivamente di libri per bambini, una delle mie passioni, stavolta però faccio con gioia un eccezione per questa "favola non favola". Un c'era una volta senza lieto fine, un argomento che non può lasciarci indifferenti.

Nadia Giannonni, l'autrice del libro, è riuscita con delicatezza a raccontarci un dolore incolmabile. Quel 31 ottobre del 2002 quando a San Giuliano in Puglia la terra tremò portandosi via 27 bambini e la loro maestra. Quel giorno crollarono solo due edifici e tra questi la scuola. Il dolore e i tanti interrogativi trafiggono i cuori, quei bambini non "vivranno felici e contenti" e non ascolteranno più i "c'era una volta". Io sono mamma e non posso pensare di accompagnare le mie bambine a scuola e non andarle più a riprendere. Non posso immaginare lo strazio di una tale perdita. Creature sottratte inspiegabilmente alla vita, bambini che sono, in quanto tali, la vita, la gioia e ancor di più lo sono i figli.

mercoledì 20 marzo 2013

Decorare...

Un altro mercoledì di condivisione creativa. Ho provato ad interpretare le tre "F" di questo mese con questa idea. A Natale avrei voluto provare a rivestire le pale di polistirolo con la stoffa per decorare l'albero ma come al solito le idee non trovano accordo con il tempo a disposizione e allora la stessa idea l'ho realizzata con le uova di polistirolo.
Basta incidere l'uovo longitudinalmente con un taglierino, tagliare dei piccoli rettangoli di stoffa e inserirli con cura aiutandosi con la lama del taglierino

venerdì 15 marzo 2013

La mia città del cuore.

L'argomento di questo mese della staffetta tra blog richiede di parlare della città dove ci piacerebbe vivere o dove si vorrebbe tornare...beh sono fortunata direi, ci vivo e ci torno ogni volta che finisce un viaggio: Roma.

domenica 10 marzo 2013

Si respira aria di Conclave...

Periodi storici che si vivono poche volte nella vita, si respira incertezza, curiosità e stupore. Digerito l'evento epocale delle "dimissioni" si passa ai preparativi. Il bianco candore del marmo della basilica, da poco ripulito, si confonde con il colore cardinalizio, nella maestosità della Basilica echeggia il toto Papa. C'è chi spera che sia proprio lui, quello che conosce personalmente, chi invece si augura che sia fuori da alcuni schemi. Chi lo vuole assolutamente della propria nazione e chi si desidera che il colore della pelle porti novità nella chiesa. Una sede vacante da ricordare e non solo per le lunghe file dei collezionisti di fronte allo sportello filatelico ma anche perché, per la prima volta in questa piccola città, conviveranno due pontefici uno eletto e l'altro emerito.

mercoledì 6 marzo 2013

Disegnando con ago e filo...

Cucire è un attività che non mi ha mai appassionata più di tanto, in casa è un'esclusiva di papà David. Mi sono sempre sentita incapace anche di attaccare un bottone. Qualche giorno fa mia figlia mi ha detto "mamma vorrei tanto cucire, mi insegni"? Le ho risposto che sicuramente avremmo provato insieme a fare qualcosa anche perché nel  tema di questo mese  del  mercoledì dell'arte  ci sono gli elementi giusti per realizzare l'idea a cui pensavo per familiarizzare con ago e filo.
Abbiamo preso un cartoncino e ci abbiamo disegnato dei fiori (altra parola da usare per i mercoledì creativi di questo mese). Io ho usato una semplice mascherina per rendere il lavoro più pulito e più accessibile alle piccole manine desiderose di cucire. Con l'ago ho inciso dei buchini lungo il perimetro del disegno, ho cancellato il tratto della matita e ho iniziato a cucire utilizzando tutti i buchini fatti. Per bucare il disegno vi consiglio una superficie morbida che vi facilita il compito. Il cartoncino cucito andrà poi applicato su un altro per non vedere la cucitura nel retro che presenterà i nodini di inizio e fine cucitura. Infine ho usato bottoni e nastrino per rifinite.
 E' un'attività divertente è utile per imparare i primi punti. Vedere il disegno contornato dal filo è un bel effetto e si realizzano dei biglietti molto carini.


Dopo aver realizzato questo primo esperimento ci siamo divertite con altre idee come questa realizzata con cucito e timbri con la tecnica embossing...ma questa è un'altra cosa di cui vi parlerò inseguito



Queste invece le idee realizzate dalle mie "aiutanti apprendiste" con il mio aiuto e i miei suggerimenti hanno realizzato una loro idea.

Aspetto curiosa le vostre idee con le tre "F"...


Con il primo biglietto partecipo alla raccolta Raccolta idee fiori creativi di Linda.

venerdì 1 marzo 2013

Art Journal Calendar

Ogni tanto mi appassiono a qualcosa di nuovo... non riesco a farne a meno. Stavolta è il turno di qualcosa che esaudisce il mio desiderio di annotare pensieri e riflessioni con il bisogno di dare sfogo alla creatività. Avete mai sentito parlare di Art Journal Calendar? Io l'ho scoperto grazie a Monica. Una specie di diario creativo dove possiamo inserire disegni, ritagli, pittura, timbri e tutto ciò che scegliamo per esprimerci. Mi piace perché ogni mese è diverso e può essere realizzato con tecniche e materiali diversi. Per me che sono una principiante questo è un ottimo mezzo per sperimentare e giocare con i colori e... con i mie amati scarabocchi.









lunedì 25 febbraio 2013

Londra formato famiglia

Una richiesta nel gruppo "consigli di viaggio" la molla che ha smosso i miei ricordi e mi ha riportata a Londra dove proverò a portare anche voi.
Un viaggio deciso su due piedi, i programmi erano altri ma gli eventi mi hanno costretto a posticipare la partenza a diminuire i giorni di vacanza e quindi scegliere un meta diversa.
Londra è per me la città delle emozioni, la città dove ho vissuto per un po insieme al mio attuale marito. Prima grande scelta, prima esperienza forte in un età in cui si vive di sogni. Mi ero ripromessa di portare un giorno le bambine per condividere con loro i miei piacevoli ricordi. E così è stato. Atterriamo a Heatrow alle 14.00 del 27 luglio 2011. Il treno Heatrow express (se lo prenotate da casa spendete meno) ci porta in 15 minuti alla stazione di Paddington dove si trova il nostro Hotel Radnor Hyde Park (da consigliare!) Come al solito ho con me un quadernino dove è racchiusa tutta la mia curiosità e irrequietezza e ogni volta sono veramente decisa a vedere tutto quello che ho appuntato.


 Si comincia con uno dei luoghi più noti che sicuramente colpiranno le mie piccole viaggiatrici: Covent Garden (alle stazioni metro comprate Travel-card o Oyster-card, bambini gratuiti fino ad 11 anni). All'interno del vecchio mercato ortofrutticolo un cuore pulsante: saltimbanchi e musicisti di strada in ogni angolo, negozi molto particolari e localini dove mangiare. Distratte dal turbinio stravagante di questo angolo della città arriva subito l'ora di cena. Un cugino di mio marito ci aspetta nel quartiere Notting Hill da Pizza metro. Questa cena un po dai sapori di casa conclude la nostra prima giornata londinese.


Il giorno seguente ci svegliamo di buonora perchè "con mamma non si riesce a fare altrimenti". Attraversiamo Hyde Park (a due passi dall'hotel) in compagnia degli scoiattoli e raggiungiamo Marble Arch (passando di li buttate un occhio allo Speaker's corner) dove inizia l'affollatissima Oxford street, una delle strade più famose della capitale britannica. Impossibile non essere incuriositi da alcuni dei negozi presenti sulla via. Noi non ci facciamo mancare il Disney Store che attrae la curiosità delle mie piccole...bhè anche la mia! Poi arrivati ad Oxford Circus, percorriamo Regent Street dove c'è un altra tappa obbligata se viaggiate con i bambini: il bellissimo negozio di Hamley's, sei piani di meraviglie che i bambini potranno provare e sperimentare.

mercoledì 13 febbraio 2013

Segnalibri

L'influenza mi tiene chiusa in casa ed io approfitto...approfitto del tempo a disposizione, della passione per la lettura che in questi giorni ha catturato le mie figlie e del tema del mercoledì dell'arte di questo mese.
Segnalibri per tutti


I  primi realizzati con feltro, ago, filo, nastrino e bottoni...



Per questo ci vuole un po di Origami e se volete un passo passo lo trovate qui



per questi ultimi solo cartoncino, forbici (o Big Shot) e un po di colla.


Con questo partecipo a Teachable Moments  di Tiziana

lunedì 11 febbraio 2013

Un' altra pillola di sano teatro..

Ci siamo concessi un altro piacevole pomeriggio in compagnia dei giovani attori del Teatro Vascello. Chi mi legge conosce la nostra passione per il teatro e il nostro modo di farne tesoro.
Di nuovo una favola sulle diversità. incentrata sulla figura di Quasimodo, il misterioso campanaro di Notre-Dame di Parigi. Lontano dal racconto originario di Victor Hugo la rappresentazione abbraccia, per ovvi motivi, la linea dinneyana trasportando i bambini in un vortice di magia, divertimento ed emozione.


La storia comincia con il pianto di un bambino in una notte oscura, tra i canali della Senna. Un bambino dall' aspetto anormale e sgradevole figlio di una gitana. Solo la cattedrale che tutto può e tutto vede riuscirà a salvare il bambino e legherà per sempre la sua vita a quella di Frollo, l'arcidiagono di Notre-Dame. Quasimodo, questo il nome che viene dato al bambino, è condannato ad anni di solitudine in una magica prigione in compagnia dei simpatici amici gargoil.

venerdì 8 febbraio 2013

Quartiere Coppedè a Roma

Nella mia lista di cose da vedere o rivedere insieme ai miei 4 occhietti curiosi c'era anche il quartiere Coppedè.


Non possiamo considerarlo un vero e proprio quartiere ma un complesso di una ventina di palazzine e villini che partono a raggiera dalla piazza principale chiamata Piazza Mincio. Questa piccola isola tranquilla nel caos del traffico di Roma sorge tra la Salaria e la Nomentana, inglobata nel quartiere Trieste.


mercoledì 6 febbraio 2013

Festone di cuori

L'altra settimana ho introdotto un nuovo modo per partecipare al "mercoledì dell'arte". Tre parole come spunto di creatività. Potete usarne una, due o tutte e tre. Questo mese le tre "C",come le ho definite io, sono i tre ingredienti da usare: CUORI per gli amanti di San Valentino, CORIANDOLI per chi festeggia il Carnevale e il CELESTE.   Scelta singolare per chi, come me, non ama il Carnevale e non festeggia il San Valentino. Ma c'è la mia passione per la manualità e la creatività che mi porta sempre da qualche parte...

domenica 3 febbraio 2013

Big Bambù

 Giorni fa all'uscita della scuola ci siamo concesse una di quelle pause che piacciono tanto alla sottoscritta.

 Macchina fotografica alla mano e via di corsa (perchè il tempo è sempre limitato) al museo Macro di Roma dove è esposta la Big Bambù. Una particolare struttura-scultura fatta con migliaia di aste di bambù legate ed incastrate tra loro con cordini da climbing. I visitatori possono entrare nella struttura e salire fino a 25 metri dal suolo. L'opera è stata costruita manualmente dai  fratelli Starn e da un gruppo di esperti arrampicatori. All'interno l'intreccio del bambù crea effetti giocosi e suggestivi accogliendo il visitatore e facendolo sentire parte della struttura. La struttura è sorprendete perchè guardandola dal di fuori non si immagina dello spazio percorribile al suo interno e di come si possa essere sorretti da un intreccio di canne. La scalate alla Big Bambù ti porta sui tetti di Roma senza neanche rendersene conto percorrendo una  struttura fragile e resistente allo stesso tempo.

L'opera, donata alla città di Roma dall' Enel, celebra i 50 anni dell'azienda e rimarrà in esposizione fino a dicembre 2013.

Le bambine, specialmente la più piccola, hanno vissuto l'esperienza con molto divertimento perchè sembra di entrare in un percorso avventura. La grande invece ha messo alla prova il suo essere timorosa e si è goduta l'area in cima dove è stato creato un angolo relax.

Se siete a Roma una buona idea per passare del tempo in maniera diversa.

Con questo partecipo alla foto della domenica di Bim Bum Beta