lunedì 25 febbraio 2013

Londra formato famiglia

Una richiesta nel gruppo "consigli di viaggio" la molla che ha smosso i miei ricordi e mi ha riportata a Londra dove proverò a portare anche voi.
Un viaggio deciso su due piedi, i programmi erano altri ma gli eventi mi hanno costretto a posticipare la partenza a diminuire i giorni di vacanza e quindi scegliere un meta diversa.
Londra è per me la città delle emozioni, la città dove ho vissuto per un po insieme al mio attuale marito. Prima grande scelta, prima esperienza forte in un età in cui si vive di sogni. Mi ero ripromessa di portare un giorno le bambine per condividere con loro i miei piacevoli ricordi. E così è stato. Atterriamo a Heatrow alle 14.00 del 27 luglio 2011. Il treno Heatrow express (se lo prenotate da casa spendete meno) ci porta in 15 minuti alla stazione di Paddington dove si trova il nostro Hotel Radnor Hyde Park (da consigliare!) Come al solito ho con me un quadernino dove è racchiusa tutta la mia curiosità e irrequietezza e ogni volta sono veramente decisa a vedere tutto quello che ho appuntato.


 Si comincia con uno dei luoghi più noti che sicuramente colpiranno le mie piccole viaggiatrici: Covent Garden (alle stazioni metro comprate Travel-card o Oyster-card, bambini gratuiti fino ad 11 anni). All'interno del vecchio mercato ortofrutticolo un cuore pulsante: saltimbanchi e musicisti di strada in ogni angolo, negozi molto particolari e localini dove mangiare. Distratte dal turbinio stravagante di questo angolo della città arriva subito l'ora di cena. Un cugino di mio marito ci aspetta nel quartiere Notting Hill da Pizza metro. Questa cena un po dai sapori di casa conclude la nostra prima giornata londinese.


Il giorno seguente ci svegliamo di buonora perchè "con mamma non si riesce a fare altrimenti". Attraversiamo Hyde Park (a due passi dall'hotel) in compagnia degli scoiattoli e raggiungiamo Marble Arch (passando di li buttate un occhio allo Speaker's corner) dove inizia l'affollatissima Oxford street, una delle strade più famose della capitale britannica. Impossibile non essere incuriositi da alcuni dei negozi presenti sulla via. Noi non ci facciamo mancare il Disney Store che attrae la curiosità delle mie piccole...bhè anche la mia! Poi arrivati ad Oxford Circus, percorriamo Regent Street dove c'è un altra tappa obbligata se viaggiate con i bambini: il bellissimo negozio di Hamley's, sei piani di meraviglie che i bambini potranno provare e sperimentare.


Arriviamo a Piccadilly Circus la piazza che nell'immaginario collettivo significa Londra. Non è sicuramente la parte della città che preferisco ma non rinunciamo alla foto simbolo. La fame e la voglia di una pausa sono ormai diventate la nostra priorità: mi viene un idea che consiglio a chiunque si trovi a fare il turista in città, seguire l'abitudine londinese di fermarvi ai numerosi supermercati dove si trova cibo take-away (come Spencer, Tesco, Salisbury o Mark and Spencer), dal panino al piatto caldo, e mangiare all'interno di uno dei punti verdi della città. In estate vi potete concedere questa piacevole ed economica abitudine per il pranzo. Il parco più vicino è il St' James's Park. A Londra tutto è permesso e noi ci sediamo a terra togliendoci anche le scarpe. Il bello di questa città è proprio questo, sembra non esistere il giudizio nei confronti del "diverso", cosa magnifica e da prendere come esempio. Tra un panino, una partita al gioco dell'oca e un salto alla
corda ricarichiamo le batterie e via in direzione di Big Ben e Westminster Abbey.
La torre dell'orologio più famosa del mondo non ci lascia indifferenti. Subito dopo attraversiamo il Tamigi per raggiungere la London Eye, la grande ruota panoramica costruita nel 1999. Le file sono interminabili e decidiamo di rimandare (vi consiglio di prenotare sul sito ufficiale prima di andare).


Continuiamo la nostra passeggiata sulla riva destra del Tamigi. Qui una londra completamente diversa da quella della riva opposta: li la Londra del business con frenetici passanti in giacca e cravatta, qui dal lato sud milioni di turisti, sportivi che fanno jogging e tantissimi artisti di strada. Siamo fortunati e ci troviamo immersi in un festival dove sono presenti numerose aree dedicate ai bambini. Le mie figlie trascorrono allegramente del tempo giocando con dei giochi ricostruiti con materiale di scarto, entrano ed escono da divertenti fontane dove si ha la possibilità di essere circondati da un muro d'acqua e non bagnarsi. Continuiamo sullo stesso lato fino ad arrivare al Shakespeare's Theatre. Stremati riprendiamo la metro e ci fermiamo a Trafalgar Square, ci godiamo il fresco seduti vicino alle fontane. Cena da Garfunkel's, una delle tante catene di Londra che prestano particolare attenzione ai bambini dedicando loro uno speciale menù (con 3,90£ i bambini mangiano un pasto completo con tanto di gioco in regalo). Dopo cena un breve giro per le nostre amate foto notturne e poi si "crolla" in un sonno profondo.
La nostra nuova giornata prevede il museo delle scienze naturali. Per due motivi. Il primo motivo, la presenza di un una parte dedicata alla preistoria, argomento studiato proprio quest'anno, e il secondo, la presenza momentanea di una voliera dove è possibile camminare tra meravigliose farfalle. Il museo è gratuito, come tutti i musei di Londra, e l'esperienza è entusiasmante per le bambine.
Uscite pranziamo in una crèperie, che vi consiglio vivamente.


Il pomeriggio decidiamo di fare un salto da Harrold's nella zona più ricca e dal  tipico "feel" londinese. Anche esso una delle icone che rappresentano Londra, e quindi è diventato una vera e propria meta turistica, al di là dello shopping.
La sera...udite udite, una piacevolissima sorpresa per le tre bambine di casa (si lo sono anche io!) un musical in teatro. Le programmazioni ci obbligano ad un Re Leone ma non rimaniamo delusi, bellissimo. Non fatevi mancare questa bella esperienza anche se non capite perfettamente la lingua. Torniamo in albergo più soddisfatti che mai.


Un altra giornata ci aspetta e le cose da depennare sul mio blocchetto sono ancora molte, quindi una buona e ricca colazione (qui non è difficile)  e via verso la  Torre di Londra e Tower Bridge.



Pausa pranzo a Regent's Park approfittando dei pochi raggi di sole. Il pomeriggio è la volta di Soho  un interessante mix di turistico e originale L' atmosfera liberale e gay-friendly ne è la principale caratteristica insieme alla musica jazz. Da li facciamo un salto a ChinatownQuesto microcosmo cinese a Londra, oltre essere il quartiere di riferimento della comunità asiatica, è diventato con gli anni un' attrazione turistica. I bar, negozi e ristoranti si affacciano principalmente su Gerrard Street, facilmente riconoscibile dai cancelli in stile orientale e dalle pagode.Se avete tempo fate un salto a Charing Cross Road  la via dei libri e Carnaby Street 





Riprendiamo una metro e arriviamo a Buckingham Palace (se siete interessati al cambio della guardia dovete arrivare prima delle 11.30) E' ora di cena e stasera vogliamo proprio ritornare da Pizza Hut che tante cene ha risolto quando ero ragazza. Anche qui naturalmente c'è il menù bambini per accontentare i loro semplici palati e far risparmiare i genitori.


La mattina seguente riproviamo la London eye trovandoci li prima dell'apertura. Esperienza piacevole per la bella vista sul Tamigi. Raggiungiamo il Millennium bridge e arrivaimo a St Paul's Cathedral (lo spettacolo della città dalla cupola è notevole).

 Il pomeriggio convinco il lato cauto della famiglia, il marito, ad andare a Candem Town secondo lui non adatto alle bambine. Questo mercato è qualcosa di autenticamente alternativo che ben esprime lo spirito Goth, Punk e Emo. Vi consiglio di arrivarci percorrendo il Regent Canal e non eviterei di perdermi in questo luogo trasgressivo della città.



E' arrivata ahimè il giorno della partenza facciamo un ultimo giro per Hyde Park percorrendo la Serpentine Road lungo il Serpentine, il lago artificiale che taglia il parco da nord a sud e poi ci aspetta l'aereoporto.

Non perdetevi:
Neal's Yard vicino Covent garden
Candem Town o Portobello matket
Mangiare in uno dei pub antichi
Se viaggiate con i bambini fate un salto da Hamleys
Prendete se riuscite le linee 9 e 15 servite dai vecchi double decker nel centro di Londra
Se i giorni di soggiorno non sono pochi concedetevi alcuni dei bellissimi musei, tutti gratuiti!
Andate a vedere un musical
Concedetevi il più britannico dei riti fermandovi per un afternoon tea, ci sono luoghi che lo fanno divinamente!
Quakche link per curiosare prima di partire:
http://www.mylondra.it/seeattraction.asp?ID=121
http://www.visitlondon.com/it/


Qui trovate i nostri viaggi...



28 commenti:

  1. Che meraviglia! :D Iniziare la settimana così è come giovare dei benefici di una piccola vacanza! Grazie stella!! :D Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il potere della scrittura e della fotografia ;-)

      Elimina
  2. Bellissimo post e splendide foto.
    Ciao
    Robi

    RispondiElimina
  3. Ho trascorso tante estati a Londra da ragazzina e poi anche da grande ma mai da mamma!;-) Farò supertesoro dei tuoi consigli! Bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti mancherà sicuramente occasione, il piccolo viaggiatore non può non vedere Londra e con la sua "super" mamma sarà una bella esperienza. Guarda che sono io che faccio tesoro dei tuoi consigli, sempre! Grazie.

      Elimina
  4. adoro Londra: ci andrei 1000 e 1000 altre voglie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..volevo dire "volte" ! ahhahaha

      Elimina
    2. E' una città che non lascia indifferenti sicuramente.

      Elimina
  5. Davvero un bel post, fa venire voglia di controllare i voli per partire subito ;) con la bimba non ci sono ancora stata (escludendo gli stop&go) ma conto di tornarci prima o poi. ciao!

    RispondiElimina
  6. Quando siamo andate noi le mie bambine avevano quasi sei e otto anni, quindi puoi iniaziare a pensarci. Io sostengo che vale la pena anche quando sono cuccioli però a questa età gli rimane molto di più l'esperienza fatta.

    RispondiElimina
  7. Tu arrivavi pochi giorni dopo di me. Io pero' per restarci e iniziare a viverci. Ricordo I primi giorno di solitudine e di pioggia,dopo le vacanze in Italia.Ora dopo 1 anno e mezzo e'la mia casa.
    Ci sono un po' di imprecisioni e inesattezze sui nomi dei luoghi,ma ti perdono!;p
    Spero che chi ama Londra mi segua nel mio blog, sono disponibile ad ogni domanda e curiosita'.
    P.S.Pizzametro e' una delle nostre preferite!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ricordo i primi giorni di solitudine e smarrimento ma io sapevo che sarei tornata.Questa volta invece lo spirito della vacanza rende solare anche la malinconica (ma bella) Londra. Nel gruppo consigli di viaggio si chiedeno spesso consigli su Londra vieni e aggiungiti agli esperti cosi potrai essere utile ogni volta che ci sarà occasione. Adesso mi rileggo il mio fiume di parole per trovare le imprecisioni che non sono belle...grazie

      Elimina
  8. Che bel post! Prima o poi tornerò anch'io a Londra con mia figlia che non c'è mai stata...

    RispondiElimina
  9. Proprio in questi giorni stavo meditando su come riuscire ad organizzare un viaggetto a Londra! Mi piace tantissimo e non ci vado da parecchi anni.. mi piacerebbe proprio portarci i bimbi. Grazie delle tue indicazioni.

    RispondiElimina
  10. Complimenti!!! Brava, bel post!
    Se fai un giro sul mio blog ti ho invitata a partecipare ad un giochino.
    Ciao ciao
    Cra

    RispondiElimina
  11. spero di arrivarci prima o poi:) complimenti per il blog mi sono iscritta volentieri se ti va ti aspetto da me baci!

    http://magicreativityartsbyally11.blogspot.it/

    RispondiElimina
  12. Io ci sono andata poco tempo fa, mi hai fatto venire un po' di nostalgia!
    C'è un link party in corso sul mio blog, spero di vederti!
    http://30metriquadri.blogspot.it/2013/02/1linkparty.html

    RispondiElimina
  13. che meraviglia e che voglia di tornare a Londra!!


    nuova follower, se ti va passa da me www.alchemianblog.blogspot.com

    RispondiElimina
  14. Quanti ricordi! Ho passato una divertente mezza giornata al Covent Garden. Ci ritornerei volentieri.

    RispondiElimina
  15. Very nice post. I simply stumbled upon your blog and wanted to say that I've really enjoyed browsing your blog posts. After all I'll be subscribing in your feed and I am hoping you write once more soon!


    Look into my web site; click here

    RispondiElimina
  16. what to wear if you have tennis elbow

    my web blog :: tennis elbow treatment afp

    RispondiElimina
  17. Fall Branch rosacea laser treatment

    my weblog: Stratford rosacea specialist

    RispondiElimina
  18. Eccomi qui a sbirciare i tuoi consigli...Mi hai fatto aumentare ancora di più la voglia di partire!!!

    RispondiElimina
  19. Dormoalondra offre condominio occasione di Londra ha scelto con cura in Free italiano. Cumuli di preziosi suggerimenti dei nostri specialisti per Appartamenti vacanze per famiglie a Londra. coordinare associazione con ognuno dei proprietari tenendo presente l'obiettivo finale di garantire i migliori costi e interscambi espansi reliability.We visitare ognuno di presentazione in realtà osservando la qualità via via.

    RispondiElimina