giovedì 6 marzo 2014

Week end di incontri a Bologna.

Un invito  inaspettato dalla mia "gemella della rete" (così mi definisce), guardo lo schermo e dico: "però mi piacerebbe, la mostra, una città che non conosco  e poi alcune di loro che vorrei abbracciare".
Lo dico all'unico uomo di casa che come al solito non si tira indietro alle situazioni di gruppo e scioglie l'incertezza.
In fondo c'è solo un treno da prenotare perché al resto ha pensato lei
Le bambine entusiaste come al solito perché mamma è riuscita a trasmettergli (lasciatemi esserne felice) che lo spostamento breve o lungo che sia è sempre positivo.
Non conosco tutti alla stessa maniera naturalmente perché la rete è un mondo senza fine.
C'è un primo incontro dove alcuni profili facebook acquistano voce e sembianze.



La ragazza dall'orecchino di perla non mi delude affatto, la guardo a lungo negli occhi ascoltando l'audioguida per i bambini.
Pranziamo tutti insieme ed ho l'impressione di essere ad una gita scolastica con i miei compagni. Questa è una cosa che difficilmente saprò spiegare a quell'amica che mi ha guardato perplessa quando le ho detto dove stavo andando nel week end.
Ritrovo negli occhi di quelli che seguo le parole che ho letto. Confronto sorrisi virtuali a quelli reali.


Tra un tweet e un condividi facciamo una visita della città dove i protagonisti sono i nostri figli. Loro sono sicuramente quelli che per primi ci insegnano a creare relazioni. Durante la giornata il gruppo aumenta ed ogni volta un nuovo piacevole abbraccio.


Finalmente a cena, stanchi ma soddisfatti, ci ritroviamo nelle parole di un blog o nell'esperienza condivisa di una community.
Per alcuni una professione, per altri un hobby e per altri ancora una terapia, il nostro scrivere ci porta in "viaggio" tra impressioni e risate.
Complice un buon cibo tipico della città, concludiamo la serata. Non tutti  proseguono il week end e dopo calorosi saluti e foto di gruppo ci ritroviamo nella camera del Ca' la Ghironda
La mattina ci sveglia una pioggia incessante che non aiuta la visita al bel parco prevista per la mattinata.
Il tempo e la piacevole compagnia mi fanno rinunciare ad un secondo giro della città in cambio di un piatto di tortellini che non poteva di certo mancare.

Riscopro con i pochi rimasti un po' di quella confidenza e intimità che nel grande gruppo viene a mancare. La dolcissima Vaty ci racconta la sua storia, con un po di commozione ci salutiamo in fretta perchè il treno ci aspetta.


 Grazie a Monica per aver pensato a me e grazie a Milly per aver reso possibile questo incontro.
 Contentissima di aver abbracciato Vatinee che mi ha conquistato con foto e parole.
 Felice di aver conosciuto:
 Liliana che mi fa sempre fantasticare con le sue mete di viaggio.
Claudia conosciuta nel gruppo Consigli di viaggio con la quale mi sono sempre trovata in grande sintonia
Simona che mi ha aperto una finestra sull'America
Annalisa che ha spesso lasciato dolci commenti al mio blog.
Monica e Mary che avevo solo intravisto a Milano.
Francesca che fino ad allora conoscevo appena.
...e le loro famiglie!

16 commenti:

  1. Molto molto felice di averti incontrata fuori dallo schermo!!!e poi...next time in Rome!;)

    RispondiElimina
  2. Mi sono emozionata leggendoti....e poi ci si accorge che il mondo virtuale dove "viviamo" in realtà e' molto più che reale, ci si incontra e scopriamo che in realtà ci conosciamo da tempo. Bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mammapiky, la prossima volta vogliamo anche te!

      Elimina
  3. Ma che bello!!!!
    Nella foto finale in Piazza Maggiore io e te siamo belle vicini e ... a parte la mezza spanna che ci separa per poterci guardare dritto dritto negli occhi direi che sì! siamo proprio "le gemelle della rete" :)
    Felicissima che tu sia riuscita ad esserci non vedo l'ora di abbracciarti di nuovo: non c'è due senza tre, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo! Ormai abbiamo preso il via.

      Elimina
  4. Grazie a tutte per il bellissimo weekend! Giorgia: hai due bimbe stupende. Un arrivederci "reale" a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu mia cara hai una figlia speciale

      Elimina
  5. aspettavo il tuo racconto! che belle che siete;-)) sarà una casualità ma l'anno scorso a te e Monica vi ho conosciuto quasi in contemporanea e conservo quel breve incontro nel cuore <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella mia noi siamo vicine e siamo in vantaggio, sfruttiamolo!

      Elimina
  6. Cara Gio, da anni leggo i tuoi post con grande piacere e ogni volta vedevo una persona così semplice ma al contempo speciale, perché attraverso l'amore per le cose quotidiane, per le piccole attenzioni, arrivavo dritta a chiunque ti legge.
    Oggi, sono commossa perché mi rendo conto che in questo tuo post, c'è anche un pezzo della ns amicizia, concretizzatosi in poche ore. La tue bimbe sono educate e affettuose, non potevi fare un lavoro migliore. Spero solo di poter imparare da una mamma speciale come te <3
    Grazie di cuore a te. Ps già.. Diciamo che proprio l'ultima ora e' stata una parte che mi porterò sempre nel cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu già sei una mamma speciale e non solo mamma... Ti abbraccio forte

      Elimina
  7. Wow, che bell'incontro!!!! :-D

    RispondiElimina
  8. ciao! MI sto leggendo tutti i vostri racconti e mi sto mangiando sempre più le mani per non aver potuto partecipare! ˆ_ˆ Bellissima scoperta il tuo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci saranno sicuramente altre occasioni! Piacere di conoscerti

      Elimina