lunedì 29 ottobre 2012

Versi per riflettere...

Conosco delle barche
che restano nel porto per paura
che le correnti le trascinino via con troppa violenza.

Conosco delle barche che arrugginiscono in porto
per non aver mai rischiato una vela fuori.

Conosco delle barche che si dimenticano di partire
hanno paura del mare a furia di invecchiare
e le onde non le hanno mai portate altrove,
il loro viaggio è finito ancora prima di iniziare.

Conosco delle barche talmente incatenate
che hanno disimparato come liberarsi.

Conosco delle barche che restano ad ondeggiare
per essere veramente sicure di non capovolgersi.

Conosco delle barche che vanno in gruppo
ad affrontare il vento forte al di là della paura.

Conosco delle barche che si graffiano un po’
sulle rotte dell’oceano ove le porta il loro gioco.

Conosco delle barche
che non hanno mai smesso di uscire una volta ancora,
ogni giorno della loro vita
e che non hanno paura a volte di lanciarsi
fianco a fianco in avanti a rischio di affondare.

Conosco delle barche
che tornano in porto lacerate dappertutto,
ma più coraggiose e più forti.

Conosco delle barche straboccanti di sole
perché hanno condiviso anni meravigliosi.

Conosco delle barche
che tornano sempre quando hanno navigato.
Fino al loro ultimo giorno,
e sono pronte a spiegare le loro ali di giganti
perché hanno un cuore a misura di oceano.

"Jacques Brel"





Facile perdere la rotta, difficile sopravvivere alle intemperie e non farsi affondare dalle onde.




22 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao, sono contenta di vederti da queste parti :-)

      Elimina
  2. Mi piace la velatura di questa poesia veramente bella, la trascrivo sul mio taccuino ;)

    RispondiElimina
  3. Mi hai anticipata Giò, la volevo proporre per il venerdì poetico... é davvero un bel testo!

    RispondiElimina
  4. Fallo tranquillamnte, meritano di leggerlo anche i tuoi lettori :-)

    RispondiElimina
  5. Interessante spunto di riflessione...
    Il video è poesia nella poesia: bellissimo!
    Buona serata,
    a presto!
    :-))

    RispondiElimina
  6. Molto bella complimenti io sarei la barca pronta a spiegare le ali con un cuore come l'oceano

    RispondiElimina
  7. Grazie!! che meraviglia...fa veramente riflettere! :)

    RispondiElimina
  8. Ottima scelta. Proprio come nella vita, ci sono tantissime e diversissime barche.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Delle parole bellissime, una poesia meravigliosa.. è proprio un continuo navigare la vita, un continuo mareggiare in tempesta e nel sereno.. ma che bellezza quando il mare è calmo. Si respirano onde.. azzurro e sereno. Un bacione e grazie della condivisione! :)

    RispondiElimina
  10. Stupenda metafora sulla vita! Grazie per aver condiviso :)

    RispondiElimina
  11. versi molto profondi!!!
    Grazie

    RispondiElimina
  12. Io mi sento a volte un po' una barca e a volte un po' un'altra.
    Coraggiosa e a volte timorosa; solitaria e a volte bisognosa di compagnia per poter riuscire a galleggiare.
    Ma forse questa è semplicemente la mia vita!
    Grazie per questa bella riflessione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ache io Catia sono ogni volta una barca diversa secondo le difficoltà di rotta. Gli anni passati in mare hanno sicuramente reso la mia barca più forte e più solitaria!

      Elimina
  13. un cuore a misura di oceano... ecco come appare il cuore di chi sa condividere!!!
    grazie Giorgia, stupenda e commovente!

    RispondiElimina
  14. bellissimo video!! :-D ci siamo tutti incantati a guardarlo!!

    RispondiElimina
  15. Non conoscevo questo autore (ma ci sono tante cose che ancora non conosco...) e ti ringrazio per avermelo fatto scoprire... li video poi è meraviglioso. Ti dispiace se lo condivido su fb?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente no, fai pure :-)

      Elimina
    2. Guarda che a quest'ora ragiono ancora come un bradipo... non puoi darmi risposte contrastanti... allora, però, mmm forse... ;)

      Elimina
    3. Perdonami volevo dire assolutamente no, non mi dispiace, condividilo senza problemi, non c'era neanche bisogno di chiedermelo. Buon risveglio ;-) e buona giornata

      Elimina
    4. ah ah ah... avevo capito cara! Scusami non era una critica, l'allora mmm forse... stava ad intendere la mia reazione quando ho letto la risposta (ok, ho bevuto il secondo caffè e adesso " ci sono" :D )

      Elimina